Tutti i contenuti del Blog

  • Gli applausi del Minchione
    Ma si può dire o dare “mi piace” alla notizia della scomparsa di un amico ? Ma quanto si è idioti in questo mondo ? In genere si suol dire che la mamma degli imbecilli è sempre in cinta, ma qui la situazione è ben più imponente. La mamma, le mamme, non hanno nessuna colpa. E’ la società che partorisce questi idioti, che fa crescere questi idioti, che da credito a questi idioti.
  • Il cognome DE NITTIS
    Origini e diffusione del cognome DE Nittis
  • Carneade! Chi era costui?
    “Carneade! Chi era costui?” è la domanda che, nell’ottavo capitolo dei Promessi Sposi, don Abbondio si fa (“ruminava tra sé”, scrive il Manzoni) a proposito del filosofo greco Carneade, la cui citazione è contenuta nel panegirico in onore di San Carlo Borromeo che don Abbondio stava leggendo.
  • De Nittis, artista da scoprire
    Chi è De Nittis, un artista tutto da scoprire.
  • Emergenza Corona Virus
    Emergenza Corona Virus Orio al Serio
  • Pranzo Sociale Grespù
    L’Associazione GRESPU’ è nata nel 1994 e prende il nome da un muro appunto detto grespu’ (un tipo di intonaco). Come mai questo nome? E’ stata una idea del “Piero” che, appoggiato al muro del bar dove si trovava con gli amici, ha proposto questo nome e così è rimasto. All’inizio eravamo in pochi, poi la voce si è sparsa e oggi ci sono circa ottanta tesserati.
  • Il Carico, lo Scarico e lo Spirito Santo
    La segnaletica di carico/scarico sarebbe opportuno fosse integrata (ma non vi è obbligo normativo) da pannello indicante orari e/o limitazioni (esempio autocarri, etc) e quant’altro necessario ed utile ad individuare la categoria di veicoli o utenti destinatari della sosta. In assenza di indicazioni specifiche, come nel caso di seguito indicato, all’effetto pratico ci ritroviamo a dover convivere con uno spazio di sosta riservato al carico e scarico …
  • Non c’è più Religione
    Non c’è più religione è un film commedia del 2016 diretto da Luca Miniero e interpretato da Claudio Bisio, Angela Finocchiaro e Alessandro Gassmann.
  • Il nuovo Palazzetto di Orio al Serio
    La superficie di gioco, di 765 mq, è collocata a circa 1,50 m di altezza rispetto alla quota d’ingresso, tanto che dall’atrio si possono già osservare gli atleti “dal basso in alto”; al di sopra dell’atrio è ricavata una sala riunioni per 40 persone, anch’essa affacciata, con ampie finestre, sul campo.
  • Campane : la tradizione del Cuore
    Un simbolo che viene da lontano, tradizione profonda per tutti e di tutti. Si discute spesso sul suono delle Campane, sulla melodia delle Campane. Il suono delle campane, un grande fascino dal suono antico che fa parte della quotidianità del paese. Il suono delle campane con la loro profonda intensità è parte di noi, entra nel cuore e ci resta, ci ha fatto crescere, dona speranza. Un’altra voce con cui Dio parla all’uomo. Le campane scandiscono il tempo. Indicano le ore, giorno e notte. Aprono la giornata con la prima Messa e salutano il giorno con l’Ave Maria. Le campane battono il tempo della vita cittadina. Il loro suono accompagna gli episodi lieti o tristi della comunità cristiana. La campana chiama a raccolta, saluta la nascita di un bimbo, amplifica la gioia per la celebrazione di un matrimonio. Contribuisce al clima di festa di tutta la comunità.
  • B&B : un business per pochi
    Per tradurre in soldoni il traffico sviluppato dal passaggio degli Utenti dei vari B&B del paese abbiamo estratto un report certamente significativo dal punto di vista di un esercente del luogo “Alimentati RIVA” .
  • Ciao Pino
    Il cantautore napoletano scomparso ormai 5 anni fa, la notte del 4 gennaio del 2015, un infarto, a sessant’anni. L’ondata di commozione suscitata era stata enorme: centomila persone si erano riunite in Piazza del Plebiscito la sera del 6 gennaio, cantando le sue canzoni come ultimo omaggio al cantautore indimenticato ed indimenticabile. AI funerali partecipò una folla enorme davvero, migliaia di persone.
  • Porte aperte Negozi che chiudono
    Agevolazioni sulle bollette, contributi a fondo perduto, aiuti alle famiglie, nido gratis, bonus bebè, wi fi gratis, buoni frangicrisi, pizza pagata, casa popolare, climatizzatori gratis, serramenti gratis, scuola gratis, libri gratis, pulmino gratis, posto di lavoro sotto casa a breve e adesso ci si aspetta l’automobile gratis, le vacanze pagate, spa e palestra 3 volte a settimana, impresa di pulizie, estetista, parrucchiere e cos’altro ancora ?
  • Il Coniglio con l’orsacchiotto
    Lʼanimale, chiuso in una scatola con lʼamico di pezza, è stato soccorso e portato in un rifugio: decine le richieste di adozione dopo la pubblicazione delle immagini. Abbandonato in una scatola con il suo orsacchiotto. E’ così che un coniglio è stato trovato sul ciglio di Turnham Road, nel sud-est di Londra. Quando i soccorritori della Rspca lo hanno trovato, su segnalazione di un passante, il coniglio teneva stretto a se il giocattolo, con cui condivide lo stesso colore di pelliccia. Una scena tenera e straziante allo stesso tempo.
  • Accesso isola ecologica
    Ma la domanda nasce spontanea : Tutte le attività del Territorio hanno un autocarro di proprietà, tutte hanno eseguito l’iscrizione all’Albo dei Gestori Ambientali, tutti compilano correttamente i documenti di trasporto dei Rifiuti che conferiscono presso l’Isola Ecologica tra le ore 08.00 e 10.00 solo del Sabato mattina ?
  • Pane e Mortadella : 1 euro !!!!
    Pane e Mortadella : 1 euro !! Alimentari RIVA OFFERTA : Per gli amici del Natale : Recati da Alimentari RIVA di Orio al Serio e chiedi l’offerta PANE e MORTADELLA a 1 solo euro. Per tutto il periodo delle Festività 2019-2020 . Un bel panino con la mortadella ad 1 Euro ! Approfittane ! E chi altri ti fa queste offerte ? ……………. ……………… ………………
  • Il Parco di Babbo Natale
    Domenica 22 dicembre 2019 Presso la struttura “Green” (Parco Collodi): Dalle 14.00 alle 19.00 Babbo Natale e i suoi elfi vi aspettano per ricevere la vostra letterina e per lasciarvi deliziosi dolcetti. (possibilità di realizzare una foto ricordo con Babbo Natale) Presso la Biblioteca “G. Gabrieli”: Dalle 14.00 alle 15.00 laboratorio per realizzare la letterina per Babbo Natale. Dalle 15.00 alle 17.00 laboratorio di decorazioni natalizie con materiali riciclati, per bambini dai 4 ai 10 anni. (Max. 15 bambini) Dalle 17.00 alle 18.00 laboratorio per realizzare la letterina per Babbo Natale. ……………. ……………… ………………
  • Natale a Orio al Serio
    Dalle pagine di questo Blog voglio inviare un sincero augurio di Buon Natale e di Serene Feste per tutte le brave persone, e questo mondo , fortunatamente, nè è ancora pieno. Ovvio che un augurio particolare va agli abitanti e residenti di Orio al Serio. Vogliamoci bene , volersi bene non ha mai ucciso nessuno, giusto ? Restano esclusi dai miei Buoni Auspici tutti i cattivi e 4 idioti inconsapevoli di esserlo, ma acidi nell’animo e vuoti nella testa. ……………. ……………… ………………
  • Le luci di Natale
    Il Natale, è vero ( per fortuna) , rende tutto più magico, specie nei piccoli centri. Paesi e città sono ridisegnati dalla luce. Le città si vestono di colori ognuna secondo le proprie usanze e tradizioni. Le luminarie, in particolar modo contribuiscono a rendere più belle e magiche le strade di tutto il mondo. Dall’Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno, molte città si trasformano in vere e proprie opere d’arte a cielo aperto, coinvolgendo strade, case, palazzi e negozi, per formare una scultura di luci e riflessi che non può avere pari.
  • Quella carezza della sera
    Il brano, travolgente per chi ha vissuto un’esperienza simile, ti strappa il cuore. Una melodia malinconica e al tempo stesso delicatissima e avvolgente, ti guida in un vero e proprio viaggio nei più forti ricordi del cuore.
  • Squall’Orio
    Ogni mondo è paese. Alcune immagini. E’ così che si
  • Lettera ad un Vigliacco
    La vigliaccheria è un sentimento così diffuso, così abituale che non ci facciamo quasi più caso. Scrivo queste righe ad un essere umano, non un uomo, solo un essere umano. Un essere umano Vile, un vigliacco, un vero squallido vigliacco. Ti nascondi, scivoli via a testa bassa. Viscido . Avresti avuto modo di essere utile, decisivo forse, certamente d’aiuto ed invece sei fuggito via meschinamente, vigliacco ! Vigliacco ! La tua è una misera vita . Un pusillanime che si nasconde all’ombra di altri. Un essere talmente piccolo che non meriterebbe nemmeno queste righe. Vergogna. I tuoi figli sono figli di un essere codardo, di un debole, di un verme. Quale ………….
  • Caccia al posto auto
    Ormai si è giunti a farsi raccomandare da alcuni potenti politici o addirittura a prenotare il posto auto sui siti di Booking. C’è chi addirittura costringe la propria nonna, pensionata, a vigilare per strada sotto casa alla ricerca del primo posto auto che si liberi. Personalmente ho visto il papà di un mio amico dormire su un posto auto …………………. …………….
  • Scusi dove trovo un Bar ?
    Scusi dove trovo un Bar ?
  • La filosofia del “Chissenefrega”
    Un paese tranquillo, dove nel bene e nel male ci si conosce tutti : residenti e poco residenti, liberi o meno liberi, negozianti, commercianti, professionisti, lavoratori , pensionati, politici, scalda poltrone, chiacchieroni, parroco e …. tutti insomma, gente del posto e gente che a quel posto vien mandata comunque al bisogno e spesso anche senza alcuna necessità.
  • Tutti al Parco appassionatamente
    Bellissimo questo parco. Nuovo nell’idea, moderno, vivibile , vivibilissimo. Peccato però che il paese stia morendo . Del resto, come dice il proberbio : MORS TUA VITA MEA.
  • Alessandro Del Piero
    Alessandro Del Piero . Come dimenticare l’ultimo match con la Juve
  • Sondaggio Park
    Hai problemi nel trovare posto per la tua auto al ritorno da una giornata di lavoro ? Tutti i posti auto sono già occupati ? Continui a saltare da una via all’altra senza che sia libero nemmeno uno scorcio d’asfalto ….e son già 20 minuti che … .
  • Storia di un asinello buono
    Questa è la storia di Marino, l’asinello buono. Marino era
  • Il Don che vende i ravioli…
    Caro Don, Lei è un sacerdote e tra i suoi
  • Il Priso vestito di nero
    Ho appena visto un Priso, un vero Priso, di nome e di fatto. Gran Priso davvero. Parlo con cognizione di causa: ogni giorno vado a trovarne uno, anche 2 volte al giorno. Conosco bene la differenza ed il valore di un priso di qualità superiore.
  • Spocchiosi ed Arroganti
    L’arrogante manifesta grande insolenza, modi prepotenti e maleducati. Il sentirsi “eletto” è la sua prerogativa principale. Personalità offensiva e incivile, accompagnati da vili movimenti facciali ed espressioni del visto volutamente moralisti, ripetuti con ostinazione e in modo ottuso.
  • «La mia ragazza è stata picchiata»
    La mia ragazza è stata picchiata. Niente sprangate, pugni, occhi neri o calci; qualche botta sulla spalla, spintoni accompagnati da insulti. Una manovra andata male con le classiche svolte-a-destra-dell’-ultimo-momento, e due biciclette che si sfiorano. Poi un uomo sulla quarantina che scende di sella, lascia la bici per terra, si avvicina alla ragazza, e giù di strattoni e colpi sul petto.
  • L’angelo della morte
    Dicono che un giorno un uomo sudato, affannato e spaventato si presentò al re Salomone e ansimando: — Grande uomo, oggi ho visto l’Angelo della morte e mi ha fissato accigliato, con cattiveria; temo che voglia prendersi la mia vita. Aiutami! — gli disse. — Va bene, ma sappi che l’Angelo della morte è uno degli angeli del Creatore ed esegue gli ordini di Dio e se è stato incaricato di sottratti alla vita, io non posso farci nulla. — rispose il saggio. — Non voglio ancora morire. Di te si dice che sai farti obbedire dal vento e che riesci a esaudire i desideri degli uomini. Ordina al vento di portarmi via di qui. Adesso che l’angelo mi ha visto in questo paese, preferisco andarmene, così quando verrà a prendermi non mi troverà ed eviterò la morte. — Supplicò l’uomo.
  • Il popolo degli Ignavi
    Ignavi sono definiti da Dante nel III canto della Divina Commedia coloro che non presero mai posizione, i vigliacchi che non sanno scegliere da che parte stare e per questo sono da lui profondamente disprezzati. Persone che durante la loro vita terrena non hanno voluto correre alcun rischio e, per questo motivo, non si sono mai schierate a favore di qualcuno o di qualche ideale. “……l’anime triste di coloro Che visser sanza infamia e sanza lodo” , così li definisce Dante .
  • Facce di Bronzo
    Non è ovviamente una maschera o una scultura importante . Ci riferiamo invece ad una qualità morale, ad una caratteristica umana, ad un aspetto relativo al comportamento. E’ un’espressione molto usata che descrive chi non ha rimorsi e che non si vergogna anche se viene sbugiardato . Le facce di bronzo sono persone prive di pudore, gente ipocrita, sul loro viso non leggerai mai la verità o la menzogna, la vergogna o il rimorso.
  • Pizzeria “Due Mari”
    Pizzeria Due Mari – Orio al Serio Prossima apertura Dalla Terra di Puglia arriva ad Orio al Serio la Pizzeria Due Mari ! Presto in paese.
  • Deriso e sbeffeggiato
    Sulle pagine del Corriere dello Sport, l’ex tecnico del Bologna attualmente senza squadra Alberto Malesani ha riportato alcune dichiarazioni interessanti riguardo al momento che il calcio sta vivendo e in merito anche alla sua carriera da allenatore….
  • Ricordati che devi morire
    Dal film “Non ci resta che piangere” il ricordo di un Ragazzo semplice ed indimenticabile : Massimo Troisi.
  • Il Connivente consapevole
    Il connivente è colui che tacitamente porge il suo consenso ad un’azione disonesta . Il comportamento rappresenta una complicità collusa, un consenso allusivo e silenzioso e al contempo spregevole, vile e beffardo. Connivenza è chiudere gli occhi davanti a ciò che si sa essere un male, permettendolo, anzi favorendolo. Una parentesi degenere purtroppo è quella che vuole conniventi soggetti con poteri e cariche pubbliche.
  • L’Ipocrita
    E’ un’arte le cui imposture sono sempre guardate con rispetto, ed anche quando il suo inganno viene scoperto, nessuno osa protestare. Tutti gli altri vizi del genere umano sono esposti a censura ed ognuno è libero di attaccarli apertamente; ma l’ipocrisia, no, è un vizio privilegiato che chiude la bocca a tutti e si gode in pace una impunità sovrana
  • Egregio Dott. De Nittis
    Gentilissimo Dott. De Nittis Le scrivo questa lettera per raccontarLe una storia triste. Una storia di una donna picchiata da balordi, la storia di una donna a cui nessuno ha dato solidarietà. La storia di una donna discriminata a vantaggio dei balordi che l’hanno offesa, picchiata. Una squallida storia di gente che si è nascosta, gente che ha preferito tacere, gente che ha visto ma che ha scelto di non vedere.
  • E adesso facciamolo Papa
    Gli abbiamo dato del lavoro e abbiamo creduto alle sue favole. Alcuni lo portano con fierezza in processione e spesso si gli si chiede una benedizione. Gli sono stati dei soldi, lo si encomia ad ogni goccia che cade dal cielo ed alcuni inviano i propri figli presso di Lui perchè crescano come suoi discepoli . Ma che bravi questi genitori. Che buon esempio.
  • I Conigli di carta
    I Conigli di Carta, una passione sempre al passo coi tempi.
  • Lettera di San Daletto Aperto agli Infraditi
    Cari fratelli, qui con le scarpe aperte il freddo è insopportabile e voi con gli infraditi non state certo meglio, ma Usi obbedir tacendo e tacendo morir….
  • I favoritissimi
    La più classica delle raccomandazioni è quella di essere figlio di qualcuno di importante ed influente. La raccomandazione è dunque un esempio di nepotismo, ovvero cercare di favorire i propri parenti e amici al fine di fargli ottenere una carica, un ufficio, un lavoro.
  • Protezione, tutela e benessere dei nostri animali
    Protezione, tutela e benessere dei nostri animali
  • Sei un cane ! Ma è un complimento.
    Il cane è un animale meraviglioso. Il miglior compagno di vita che si possa immaginare e realizzare. Un essere straordinario, fedele, attento. Chi non ha mai avuto un animale domestico, non ha mai scoperto cosa significhi vivere con un gatto strappacuore o un cane giocherellone , non conosce l’amore più profondo . ……………. ……………… ………………
  • Bancomat Orio al Serio: Questo inutile servizio
    Un ATM (Automated Teller Machine) o sportello automatico, è un’apparecchiatura per il prelievo in modalità self di denaro contante che viene addebitato direttamente sul rapporto bancario. Permette anche la fruizione di altri servizi previo riconoscimento del cliente. Cosa sono gli ATM bancari ? La sigla ATM significa Automated Teller Machine, ………… ……… ………
  • Zoppas !
    Zoppas : un’avventura industriale italiana . Fu fondata come officina
  • Topo di fogna !
    Esistono vari tipi di “topo” in natura, davvero molto diffuso
  • Lim Beh Chil
    La razza dei cretini, oggi in soprannumero rispetto al passato in virtù del fatto che non hanno alcun ritegno, non temono più di venire allo scoperto e manifestare la loro idiozia, anzi ne sono orgogliosi. E’ il segno dei tempi. Ormai spesso capita di incrociare lo sguardo di qualcuno che appartiene a questa categoria, del resto è impossibile evitarlo: sono davvero tanti.
  • La sera del dì della Festa
    Dolce e chiara è la notte e senza vento, E queta sovra i tetti e in mezzo agli orti Posa la luna, e di lontan rivela Serena ogni montagna. O donna mia, Già tace ogni sentiero, e pei balconi Rara traluce la notturna lampa: Tu dormi, che t’accolse agevol sonno Nelle tue chete stanze; e non ti morde Cura nessuna; e già non sai nè pensi Quanta piaga m’apristi in mezzo al petto. Tu dormi: io questo ciel, che sì benigno Appare in vista, a salutar m’affaccio, E l’antica natura onnipossente, Che mi fece all’affanno. A te la speme Nego, mi disse, anche la speme; e d’altro Non brillin gli occhi tuoi se non di pianto. Questo dì fu solenne: or da’ trastulli Prendi riposo; e forse ti rimembra In sogno a quanti oggi piacesti, e quanti Piacquero a te: non io, non già, ch’io speri, Al pensier ti ricorro. Intanto io chieggo Quanto a viver mi resti, e qui per terra Mi getto, e grido, e fremo. Oh giorni orrendi In così verde etate! Ahi, per la via Odo non lunge il solitario canto Dell’artigian, che riede a tarda notte, Dopo i sollazzi, al suo povero ostello; E fieramente mi si stringe il core, A pensar come tutto al mondo passa, E quasi orma non lascia. Ecco è fuggito Il dì festivo, ed al festivo il giorno Volgar succede, e se ne porta il tempo Ogni umano accidente. Or dov’è il suono Di que’ popoli antichi? or dov’è il grido De’ nostri avi famosi, e il grande impero Di quella Roma, e l’armi, e il fragorio Che n’andò per la terra e l’oceano? Tutto è pace e silenzio, e tutto posa Il mondo, e più di lor non si ragiona.
  • Io non c’ero. Altum silentium
    Nessuno ha visto e sentito: omertà in salsa bergamasca . Così titolava ” Il Messaggero.it ” in un approfondimento di Renato Pezzini sulla scomparsa di Yara, ai tempi delle ricerche a Brembate Sopra: la riservatezza applaudita da Massimo Gramellini sulla Stampa, qui è invece letta un pò come omertà che di fatto non ha aiutato le indagini. L’articolo a cui si fa riferimento : ……………. ……………… ………………
  • Vendesi
    Caro il mio Eugenio : ti prego si essere attento, siedi e ascolta, per una volta sta tranquillo, non pensare alla mamma, lei é a casa ed é stanca di vederti nevrotico. Ha già cenato, è a letto e guarda “chi l’ha visto” . Vedi caro mio, “vendesi” non é solo una parola messa lí. “Vendesi” é anche un modo di essere, un modo di vivere, una caratteristica che distingue una persona dall’altra. Una prerogativa innata che rappresenta le scelte di chi, (come la propria mamma ha sempre fatto), sceglie liberamente di porsi sul libero mercato.
  • Povero Falso invalido
    Quanti soggetti che si dichiarano invalidi abbiamo modo poi di vederli mentre corrono, mentre vanno in bicicletta, mentre trasportano pesi, mentre caricano o scaricano interi bancali di legna da ardere o altro per poi sfrecciare via con la loro bella auto di lusso o addirittura quando si esibiscono come intoccabili bulli per strada facendosi beffa anche del vigile urbano di turno ?
  • La Carezza del Papa
    “Cari Figliuoli, sento le vostre voci. La mia è una voce ,sola, ma riassunte la voce del mondo intero: qui tutto il mondo è rappresentato. Si direbbe che persino la luna si è affrettata stasera, osservatela in alto, a guardare questo spettacolo. La mia persona conta niente: è un fratello che parla a voi, diventato padre per la volontà di nostro Signore… Ma tutti insieme, paternità e fraternità e grazia di Dio, tutto tutto… Continuiamo dunque a volerci bene, a volerci bene così; guardandoci così nell’incontro: cogliere quello che ci unisce, lasciar da parte, se c’è, qualche cosa che ci può tenere un po’ in difficoltà… Tornando a casa, troverete i bambini, date una carezza ai vostri bambini e dite: questa è la carezza del Papa. ……..
  • Lingua di Topo
    Questa è la storia di Ganzo Del Parco detto Lingua di Topo e del figlio Orango detto Cocchere Allesse o Poco Sapiens. Ganzo e Orango vivevano in una capanna fatta di pane raffermo, a due piani, con la moglie di Ganzo, sfortunata madre di Orango. Questa, il cui nome era Pastorina, sin da piccola veniva chiamata dignitosamente Mammouth per la sua enorme mole molto simile al pachiderma.
  • Cetto c’è, senzadubbiamente
    Giulio Manfredonia porta al cinema un’altro film su Cetto la Qualunque. Un personaggio grottesco che fa semplicemente quello che vuole lui e non rispetta mai la legge, però ha sempre fatto il politico, infatti nel primo film ”Qualunquemente” lo abbiamo visto fare il sindaco, nel secondo film invece lo abbiamo visto entrare in parlamento come deputato e qui lo vedremo in veste di re. Il personaggio come ben sapete è interpretato da Antonio Albanese che riesce a dare uno stile al personaggio, rendendolo comico ma anche drammatico in certe situazioni e certe volte ci fa addirittura riflettere.
  • Associazione Avis
    Per la costante azione di volontariato svolta sul territorio per quarantacinque anni indirizzata alla sensibilizzazione e all’organizzazione della donazione di sangue. Testimone di altruismo e promotrice di esperienza si vita che forma e arricchisce il senso umano civico e culturale.
  • Gatti, una splendida passione
    Gatti, una splendida passione
  • I rifiuti nel cestino !
    Il cestino dei rifiuti ? Comodo, anzi comodissimo. Io sono per l’ambiente, io riciclo. Si, riciclo… ma nel cestino, tutto lì, sempre lì, ogni mattina.
  • Storia di Caio lo zoppo
    Riportiamo il link di una Pubblicazione del 14 settembre 2013 di Gianluca Zappa, dal Sussidiario.net .
error: I contenuti di questa pagina sono protetti !!